mastropiero

POESIE

Le poesie di questi anni. Nei file che allego ci sono le poesie divise per anno. Per ognuna scriverò un post con le note operative, cioè con alcune indicazioni sul lavoro che secondo me si può fare attorno ad una poesia: lettura, lessico, comprensione, recitazione a memoria, illustrazione con disegni, produzione di testi, ecc.
I tag che marcano ogni post dovrebbere indicare sommariamente il tipo di indicatore al quale fare riferimento, l’autore della poesia, la figura retorica su cui principalmente si lavora.

Nelle poesie c’è sempre un “gioco” da scoprire, un uso particolare e inconsueto del linguaggio. Questo gioco è visibile ad una prima lettura nella forma (rime, metrica …) e in una o più figure retoriche presenti nel testo (gli effetti speciali della lingua, come dice la Mortara Garavelli). Anche se non mancano le poesie legate alle ricorrenze, ho pensato alle figure retoriche, da introdurre gradualmente nei diversi anni scolastici, come filo conduttore per il discorso sulla poesia.

Un discorso a parte meritano i giochi di parole come esercizio di scrittura creativa che a volte vien bere fare insieme alle poesie, altre volte sono uno spunto per scrivere un racconto.

Sono stati di grande aiuto questi libri:
o Ricettario di scrittura creativa CAP. 10 (Stefano Brugnolo – Giulio Mozzi)
o Calicanto (Ersilia Zamponi – Roberto Piumini)
o I draghi locopei (Ersilia Zamponi)
o Le figure retoriche, effetti speciali della lingua (Bice Mortara Garavelli)
o Grammatica di Dardano-Trifone sulle figure retoriche
o Dossena: Dizionario dei giochi con le parole.

ALLEGATI:

poesie classe prima a.s 2006 – 2007

poesie classe seconda a.s 2007 – 2008

poesie classe terza a.s 2008 – 2009

poesie classe quarta a.s 2009 – 2010

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: