mastropiero

Posts Tagged ‘TEATRO’

La filastrocca di Pinocchio

In Uncategorized on 18 giugno 2010 at 19:48

L’abbiamo imparata, un distico a testa, a Carnevale, quando abbiamo anche recitato qualche scena di Pinocchio (qualcuno se l’è imparata a memoria tutta). Vedi progetto Pinocchio.

La filastrocca di Pinocchio

Qui comincia, aprite l’occhio,
l’avventura di Pinocchio,
burattino famosissimo
per il naso arcilunghissimo.

Lo intagliò Mastro Geppetto,
falegname di concetto
ma più taglia – strano caso! –
e più lungo cresce il naso.

Lavorando poi di fino
fa le mani al burattino
che issofatto dalla zucca
gli rapina la parrucca.

Anche i piedi fa al monello
il paziente vecchierello
e schivando i colpi bassi
gli insegnava i primi passi.

Ma Pinocchio infila l’uscio
– Salve, – strilla, – io me la sguscio!
e Geppetto invan minaccia:
– Torna subito birbaccia!

Per disdetta in mezzo al vicolo
sta un gendarme a perpendicolo
che pel naso te lo acciuffa
e severo lo rabbuffa.

Per salvarsi quello inventa
che il patrigno lo tormenta:
“Son scappato, gente buona,
perchè il brutto mi bastona!”

La bugia fa un triste effetto:
in prigion ci va Geppetto,
accusato là per là
di sevizie e crudeltà

Gianni Rodari

Annunci

PINOCCHIO

In Senza categoria on 22 marzo 2009 at 12:22

Progetto Pinocchio (il lavoro che abbiamo fatto l’anno scorso in seconda):

Pinocchio (illustrazione di Cecco Mariniello)

Pinocchio (illustrazione di Cecco Mariniello)


I riferimenti a Pinocchio sono spesso presenti nel linguaggio quotidiano (“fare il Grillo parlante”, “il Gatto e la Volpe”, “le bugie e il naso lungo”) e poi la storia è conosciuta da tutti, è una delle “cose che ci fanno italiani”. I motivi per proporlo in classe sono quindi in prima battuta di ordine “culturale”.
Il testo si presenta impegnativo per bambini di seconda sia per l’estensione sia per il lessico spesso desueto o di un’italiano regionale, ma l’impegno è stato ampiamente ripagato dall’entusiasmo e dalla passione che ha suscitato, segno che la storia del burattino scava nel profondo, con la forza di una fiaba o di un mito.
Ecco in sintesi come è stato organizzato il progetto e quali direzioni ha preso nel corso dell’anno.

Vai alla pagina

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: